giovedì 31 maggio 2012

"Chi ha un perchè abbastanza forte può superare qualsiasi come"

No, così, giusto perchè è da due notti che costringo "lui"ad andare a letto con il pigiama e che sono felice di svegliarmi nel mio letto senza il soffitto sfondato e di andare al lavoro.

No, così, giusto perchè non lavoro in un edificio pubblico dove se c'è una scossa si viene sfollati,
no, così, incollata al cadreghino per il calcolo dell'IMUrtacci e le sue pertinenze.

No, così, giusto perchè nel '76 la parata del 2 giugno non si era svolta per far si che i militari venissero impiegati per fronteggiare la sciagura del Friuli e invece avremo una parata "sobria"...cioè senza alpini?

no, così, giusto perchè il Dalai Lama dona 50mila euro per i terremotati emiliani e il papa ne spende 10 milioni per andare a Bresso,
no, così, giusto perchè è una critica banale ma quell'anellazzo d'oro in vista mi urta e poi scusate ma è inutile che se la prende, è risaputo che il maggiordomo è sempre colpevole,

no, così, giusto perchè ci fosse stato un partito a destra a sinistra o al centro che si sia offerto di destinare i rimborsi elettorali per i terremotati, tutti troppo impegnati a saltare da uno yacht all'altro magari ai Caraibi,

no, così, giusto perchè a 30 km dall'epicentro il Governo voleva costruire una centrale nucleare,

no, così, giusto perchè sentivo il bisogno di un commento illuminato come quello del portiere della nazionale a proposito del calcio scommesse,

CHE DITE, FERMIAMO QUESTA GIOSTRA ITALIANA?...VOGLIO SCENDERE!

martedì 29 maggio 2012

w Anna

Una mamma a casa con un piccino febbriciante e la bimba più bella del mondo ( N.B.non ho mai sentito Angy lamentarsi una volta) un papà alle prese con palloncini rosa e cuoricioni da appendere alle pareti, un padrino che dopo una giornata di lavoro anziché andare a casa per realizzare il suo programma formidabile: mutande, vestaglione di flanella, tavolinetto di fronte alla televisione, frittatone di cipolle e rutto libero, ha preferito dar corda e soprattutto fiato a sua moglie determinata a riempire la stanza dei festeggiamenti di margheritone rosa.

Il battesimo è stato emozionante, il cero sull'altare però era troppo in alto, per qualche secondo ho temuto ma gli incoraggiamenti e soprattutto le indicazione degli altri papà e degli altri padrini alle mie spalle: "più a destra, no no a sinistra, ti conviene metterti in punta di piedi, se lo spegni son cazzi ",  hanno fatto sì che anche il cero di Anna si accendesse, d'altronde ero l'unica donna sotto il metro e 60 con "lui" comodamente seduto sulla panca che teneva Annuccia in braccio a mo'di trofeo.

La festa è stata bellissima: tanti parenti, tanti cari amici, tanto cibo, tanto amore intorno a Massy, Angy, Richy e Anna, siete degli amici speciali e non vi ringrazieremo mai abbastanza.















lunedì 21 maggio 2012

La stanza di...

Cosa aspettarsi da un week end di maggio? Di certo non la pioggia e  "lui" a un corso aziendale.
Da brava donna Rosalia, ho preteso di vedere la mail dell'ufficio del personale e dopo averla letta  non ho potuto far altro che sperare: " fa che ci sia una serata Spazio Petardo".

Ho passato la domenica dormendo fino a farmi passare completamente il sonno.
 Vi salutano le prime ciliegie comprate dal fruttivendolo detto Bulgari, non sapevano di niente...

Questa domenica senza particolari piani è passata in un attimo lasciando "un puzzo" di ingiustizia e impotenza.

Primavera, qualunque cosa accada, tu fiorirai, vero?










mercoledì 16 maggio 2012

Non può essere solo mercoledì

E' mercoledì e il week end pare un miraggio, qui a Fedeli's anatomy, il medical drama di no'altri, sopravviviamo, ci proviamo.
Grazie a Trota e lode, "lui" si è preso una laurea in ostetricia, io in infermieristica e siamo diventati esperti in problemi alla prostata e alla coglionella come l'ha definita lui...d'altro canto qui non si parla d'altro. Se necessitate di un consulto non esitate a contattarci, saremo tempestivi nella risposta, oh, poi magari ci si becca direttamente in ospedale,  gravitiamo spesso da quelle parti, a proposito, ne approfitto per salutare Fede e la sua appendice, ti hanno dimessa vero?
Mi sono riscoperta innamorata del nostro divano, le cinque ore di sonno hanno lasciato il posto alle nove, abbondanti, un personalissimo e inspiegabile letargo estivo con tutte le funzioni vitali rallentate, per inciso, non sono incinta o gravida come direbbe il mio...., ho solo messo qualche etto.
Ho fatto l'errore di andare all'esselunga e prendere tre vaschette di gelato, gusti luridi assortiti e così tutte le sere affondo i miei dispiaceri a suon di cucchiaiate.
E poi c'è lui, in camera, davanti al mio Mac, che tenta di giocare a Diablo 3 ma non riesce perchè pare che milioni di utenti contemporaneamente ci stiano provando. E' da domenica che non pronuncia la parola moto, sta guarendo, è la volta buona, l'ha capita, anche lui si è piegato alla crisi, a proposito di "son solo cose belle".

Rallegriamoci in compagnia di questi sposini e il  loro fichissimo save the date.
Buona giornata a tutti voi.




domenica 13 maggio 2012

lunedì 7 maggio 2012

Chiudete i rubinetti

La lacrima facile è donna e io sono una frignona da competizione, piango disperatamente quando sono stanca, quando sono delusa e la serotonina scarseggia.
Piango per cose stupide e se ci penso, mi sento parecchio stupida nel farlo.

E poi ci sono lacrime di gioia, lacrime liberatorie, tipo quando ti diplomi e presa dall'euforia entri nel primo parrucchiere e pronunci la fatidica frase: "corti sbarazzini e mechati " e devi rinunciare a guardarti allo specchio per diversi mesi... e giù lacrime.
Quando in un ristorante sull'isola della Giudecca uno scintillio spunta dal taschino e lui non ha ancora detto niente ma tu lo abbracci, gli strappi dalle mani l'anello e urli come un campione del mondo: "siiiiiii si si si !
O  in chiesa, nell'incipit, : "io  Valentina..." e il mascara waterproof  rispetta i patti e li rispetta a tal punto da non abbandonarti per tutto il viaggio di nozze.

Le ultime, quando la tua amica ti chiede di fare da madrina alla piccola Anna.
E poi se oltre ad essere la madrina tuo marito è il padrino o patrino minxxxx come continua a ripetere lui, non si tratta più di lacrime ma di un fiume in piena.

Dopo un week all'insegna del "domani lo faccio",  di panni stesi non asciutti, di tante coccole sul divano con il plaid manco fosse autunno, di: "amore ma se ci comprassimo una motoretta da tremila euro al massimo", si torna a lavorare con  una stupida lacrimuccia che riga il viso, come volevasi dimostrare.

Buona settimana, godetevi con me questa bella lezione di vita.


images via iwastesomuchtime.com














mercoledì 2 maggio 2012

Geppetto e le sue pareti

Qualcuno nel mio palazzo nei giorni di festa abbondona gli abiti civili per traformarsi in Geppetto, tra gli arnesi che predilige c'è sicuramente il martello, non lamentiamoci sussuro a "lui" la motosega a scoppio sarebbe stata peggio e poi oggi è il primo maggio ed e' emblematico svegliarsi a suon di  martellate.
Il secondo pensiero della giornata:  i-phone, celendario, 2 giugno, sabato, noooo!!!

La casa di Geppetto la immagino così, piena zeppa di cornici e quadri, le pareti bianche lo annoiano e poi l'ispirazione non la puoi controllare a lui si presenta la domenica mattina al massimo alle 9,30.
Buona settimana a tutti e in particolare a chi ha un vicino come il mio.


ticklishfromadistance.blogspot.com

decor8blog.com

b-splendid.blogspot.com

firsthome.tumblr.com
younghouselove.com