martedì 29 maggio 2012

w Anna

Una mamma a casa con un piccino febbriciante e la bimba più bella del mondo ( N.B.non ho mai sentito Angy lamentarsi una volta) un papà alle prese con palloncini rosa e cuoricioni da appendere alle pareti, un padrino che dopo una giornata di lavoro anziché andare a casa per realizzare il suo programma formidabile: mutande, vestaglione di flanella, tavolinetto di fronte alla televisione, frittatone di cipolle e rutto libero, ha preferito dar corda e soprattutto fiato a sua moglie determinata a riempire la stanza dei festeggiamenti di margheritone rosa.

Il battesimo è stato emozionante, il cero sull'altare però era troppo in alto, per qualche secondo ho temuto ma gli incoraggiamenti e soprattutto le indicazione degli altri papà e degli altri padrini alle mie spalle: "più a destra, no no a sinistra, ti conviene metterti in punta di piedi, se lo spegni son cazzi ",  hanno fatto sì che anche il cero di Anna si accendesse, d'altronde ero l'unica donna sotto il metro e 60 con "lui" comodamente seduto sulla panca che teneva Annuccia in braccio a mo'di trofeo.

La festa è stata bellissima: tanti parenti, tanti cari amici, tanto cibo, tanto amore intorno a Massy, Angy, Richy e Anna, siete degli amici speciali e non vi ringrazieremo mai abbastanza.