martedì 21 maggio 2013

- 40

La nostra lavatrice ha già alzato bandiera bianca.
Il colore dell'estate per noi e' l'azzurro in tutte le sue sfumature.

In camera di Jaio e' comparsa una splendida culla e tante altre cose tutto merito della mia "Angela".
Mancano 40 giorni e tutto il mondo e' pronto a ricordarmi che sarà il mese più duro ma la frase che forse mi sento ripetere più spesso e' "riposati ora perché vedrai cosa ti aspetta dopo" anche gli estranei per la strada rincarano...." tusa, te vedaret...
La mattina du'fette di pane burro e cazzi vostri no eh?

Sono in preda a dubbi tipicamente casalinghi " ma avrò bisogno di un detersivo speciale per lo Jaio ? sarà il caso di ricoprire casa di paraspigoli?

E da raptus da grattaculo " ma è un granello di polvere quello?"

Di una cosa sono certa, la freakeria dei pannolini lavabili non e' per casa Fedeli ma stimiamo molto chi li utilizza.

Della gravidanza non mi mancherà l'essere scrupolosa più o meno su tutto che per una persona accurata probabilmente non è un problema ma per una come me, distratta cronica e' un disastro e un dispendio di energie mentali non indifferenti.

Non basta chiedere per cortesia in gravidanza.
No, sfortunatamente no, bisogna iper sviluppare le papille gustative e affinare la vista perché ci sarà sempre qualcuno pronto a infilarti nel piatto qualcosa di crudo, di non lavato con il bicarbonato, di alcolico.
Quelli che "ma brava hai smesso di fumare completamente ?"e ti espirano in faccia il loro fumo passivo.
Quelli che hanno la febbre gialla e ancora un po' ti limonano.
Quelli che "ma guarda quel povero gatto randagio con le pustole, aiutiamolo."

Che poi sapete cos'è il bello?
Sarete voi le pazze paranoiche, sarete voi quelle "ma dai Vale non esagerare".

“it's easy to be brave from a safe distance” ....che in soldoni sta per "È facile fare il fxxxxxo con il cxxo degli altri "
E perdonate la scurrilità.

Per fortuna c'è mio marito.... Ma quanto sei fantastico?






martedì 14 maggio 2013

Sette settimane

Mancano 7 settimane e 6 giorni.
Inizio a sentirmi un po’ a disagio, specialmente a respirare, dormire, camminare.
Secondo la mia ginecologa la prospettiva e' di aumentare circa di 500g a settimana.
Jaio gradisce le patatine, il gelato gusti fragola nocciola e in generale tutto quello che è super dolce.
La mia prospettiva e' di aumentare circa di 1 kg a settimana.

Sono preoccupata sul futuro travaglio e sto iniziando a cercare eventuali escamotage per soffrire di meno.
Per questo motivo la scorsa notte alle 3 dopo aver letto un illuminante articolo pretendevo che Marco uscisse di casa per andare in farmacia a comprare l'Apermus, un rimedio omeopatico che tra le sue proprietà, ha anche quella di aiutare il travaglio ed il parto, rendendo il collo dell'utero più morbido e agevolando così la sua dilatazione.
Se lo avete provato e non funziona non mi interessa, personalmente ci spero.

meditazione, tecniche di respirazione, aromaterapia, musica newage, massaggi, praticamente mi sento un guro.

Jaio ha preso da mamma e'una sogliolina umana, si muove tantissimo specialmente di notte ed è stupendo sentirlo.
Gli faccio una carezzina e lui risponde con un calcetto, gli faccio un'altra carezzina e lui mi tira una culata, gli faccio l'ennesima carezza e lui mi scatena il reflusso.
Me lo merito.

Così sto passando la mia maternità a massaggiarmi la panzotta sussurrando al nostro Jaio quanto lo amo.

Felicità allo stato puro, il meglio del meglio.






martedì 7 maggio 2013

Meno 2

Ciao sono Valentina
ho 32 anni e da circa due ore non rassetto casa,
soffro di una sindrome comunemente chiamata "sistemazione nido pre-parto."
Giovedì tra le altre cose pittureremo di azzurro la stanza dello Jaio che fino a una settimana fa era adibita a magazzino Refugium peccatorum.

Sempre entro questa settimana ho intenzione di comprare lo stretto necessario da inserire nella borsa dell'ospedale.

Dopo aver dato fuoco alla lingerie sexy di pizzo esibendo una mutanda munita di pancera degna di Bridget Jones, pensavo di aver raggiunto il massimo del trash coniugale e invece ancora ignoravo la tenuta con cui mi aggirerò per la corsia dell'ospedale e i giorni successivi:
- camicia da notte,
- slip di carta meglio ancora se di rete
- reggiseno per allattamento
- assorbente pannolone
- vestaglia

Chiaramente non potendo fornirmi da La Perla vorrei comunque trovare qualcosa di dignitoso che non sia la camicia da notte mezza trasparente bianca con i fiorellini rosa con tanto di colletto tondo da nonna ed essere immortalata così nelle prime foto con il mio patatino adorato in braccio.

Mancano due mesi tondi tondi.