domenica 10 agosto 2014

W pomicino

Siamo nel paradiso dei bambini, manca un intero blocco generazionale quello che va dai 18 ai 30 anni.
L'albergo ci ha messo a disposizione ombrellone sdraio e lettino, ci credete che non sono ancora riuscita a sedermi una volta?

Jaio non si accontenta di paletta e secchiello e' continuamente alla ricerca di stimoli nuovi, incapace di concentrarsi su un gioco a lungo come normale che sia alla sua età e' più propenso alle attività “eccitanti” tipo buttarsi di testa dallo scivolo sulla spiaggia, impanarsi completamente come una cotoletta o  ostruirsi le vie aeree con le conchiglie.
Jaio rimbalza da un ombrellone all'altro, ruba i giochi a tutti, mangia kg di sabbia, se non lo fermiamo arriva dritto dritto a Pescara.


Jaio ha un nuovo soprannome: Pomicino.
Le affettuose bambine del mini club che hanno preso Jaio per un bambolotto, ogni volta che lo incrociano ( circa 10 volte al giorno) lo riempiono di coccole e baci e lui pomicino appunto  distribuisce bacetti e sorrisoni.
Un po' come Amma abbraccia tutti.
Ma la sua vera passione rimane Mena, la prorompente ballerina del gruppo di animatori di origine napoletane.
"Eh piccirillo, ti piacciono i brillantini sulla maglia?"
"Emmh..."
La prima volta che ho visto Jaio ballare al mini club mi sono commossa, da sfigatissima non ho trattenuto le lacrime.
Ho pianto anche quando mi ha lasciato la manina ed è partito completamente da solo.
Cammina il nostro nanetto e imita anche il verso di tre animali: il pesciolino, il cavallo e il T-Rex.


Come farò a settembre? 
Nella vita non sono riuscita a fare niente di più bello se paragonato a lui 
mi manca l'aria se penso che non potrò più viverlo 24 ore su 24.

 




venerdì 1 agosto 2014

Ferie, forse

Ferie.
Adesso manchi solo tu mitico anticiclone oceanico delle Azzorre.

Al nano, in questo periodo, come a molti bimbi delle mamme di luglio ( il che è consolatorio non poco) partono bizze fortissime, scatti d'ira, noi lo chiamiamo il momento "uh che nervus".
Jaio ricerca autonomia nella sua limitatezza da nano di 13 mesi.
Desidera fare tutto ma non riesce in molto e noi ci proviamo a sorreggerlo e a insegnargli.
A parziale consolazione ho letto che  “sono bimbi molto intelligenti quelli che cercano di imporre la propria volontà prima dei 2 anni."
Tra l'altro ha già annusato il lato debole della nostra coppia : la mamma.
Non lo lascio piangere un secondo e non perché ho sentito pseudo-credenze come quella secondo cui i maschi non vanno fatti piangere, sennò gli esce l’ernia”.
L'ernia in questione però sta uscendo a mio marito.
Lo vedo come si trattiene dopo una giornata di lavoro quando alle 8  entra in casa  e vede suo figlio ricoperto da stelline di pasta al pesto.
Vuole mangiare da solo il nano e io lo lascio fare.
E lo lascio anche colorare.


"Amore per noi cosa c'è da mangiare?"
Il solito, ovvero  quello che c'è di pronto al  banco di Esselunga tranne il farro perché è troppo amaro.
Mi merito un mezzo busto di bronzo per la fedeltà nella zona gastronomia.

E ora apro e chiudo una parentesi, Jaio e' ancora allattato e finché lui vorrà verrà assecondato, la cosa divertente però è che mi tocca sistematicamente  giustificare questo atto come se facessi qualcosa di male.
Perciò risparmiatevi le prese per il culo andate su google e scrivete "allattamento materno".
Poi ecco se avete la presunzione di saperne di più dell’Organizzazione mondiale della sanità, dell’Unicef e anche dal nostro Ministero della Salute che sostengono che l’allattamento al seno dovrebbe poi continuare per due anni e oltre, secondo il desiderio della mamma e del bambino io non so più che dire.
Anche perché non ho mai giudicato male chi per i più disparati motivi ha scelto o non è riuscito ad allattare.


Se prima  eravamo in due a ballare l'hully gully adesso siamo in 5 a ballare l'hully gully.
Non pensate male, l'eroina in questione e' Roby, la mia amica dell'università,
Dieci anni fa ci potevamo immaginare così Roby ? Dico di si' ma ci saremmo anche accese una paglia e brindato sopra.


Come va la notte?


La novità e' che gli piace dormire in orizzontale infilare il piedino tra il materasso e la tastiera del letto svegliarsi nel cuore della notte e gridare "caaaaca".
Ci ho provato a srotolarlo ma torna sempre nella stessa posizione.

Ferie, ave.
Forse adesso forse avrò 10 minuti al giorno per tirare il fiato, per finire il libro che ho sul comodino per strapazzarmi il nano a tutte le ore e a
strapazzarmi anche mio marito.

Intanto sono passati 3 giorni di ferie e non ho fatto altro che sistemare i disastri accantonati negli ultimi tre mesi.
Sono stanca, e' come se avessi una coperta troppo piccola e mi volessi coprire spalle e piedi... Se copro le spalle i piedi escono.
Che poi lo so che sono fortunata.
Miki Anto e Saretta i miei e marco sono stati uno squadrone fantastico.
"Sono in ritardo"
 "vai tranquilla il nano sta benissimo ci pensiamo noi e non ti ammazzare in bici per tornare cinque minuti prima.
Non so come ringraziarvi.
E devo ringraziare chi dall'altra parte ha finito il lavoro per me, ha avuto la pazienza di spiegare, mi ha offerto un caffè perché le occhiaie parlavano da sole, ha rotto la catena della bici perché avevo perso le chiavi e mi ha portato a casa quando diluviava.
Sorrisi amici e così anche se il nano manca quando lavori in un ambiente così, stai bene.

A proposito, sono motorizzata ma questo e' un discorso lungo,
Buone vacanze!!!
Riposatevi divertitevi insomma fate tutto quello che desiderate capita solo una volta all'anno perciò godetevela!!!!