mercoledì 11 febbraio 2015

19 mesi



Ci tocca tirare a campare così ancora per  qualche mese, pare,
 al massimo un anno,
 sembra che difficilmente arrivi  ai 4-5 anni la fase dei "capricci".
Che poi sti terrible Two, partono dai 24 mesi o prima?


Il canovaccio e' abbastanza preciso: Jaio vuole una cosa ; io  gliela nego; Jaio se la prende un attimo e scatta la fase disperazione detta anche "uh che nervus".

Jaio  comincia a riconoscere i propri desideri ma non possiede ancora il criterio per distinguere la possibilità di realizzarli o meno: per questo pretende di ciucciarsi completamente il dentifricio,di buttarsi di testa dalla scivolo, di camminare da solo per strada senza la manina, di passare lo spazzolino di suo padre nel wc per poi rimetterlo via o meglio a nanna come dice lui.

Dall'ultima volta che ho scritto sono passati diversi mesi, abbiamo superato il Natale, anche se in realtà siamo ancora in pieno mood natalizio:  tutte le sante volte che entriamo e usciamo di casa Jaio indica la porta dei nostri vicini dove c'era appesa una ghirlanda con il faccione di Babbo Natale, e tutte le volte sconsolato "Babbo più"
Poi visto che il libro di Peppa pig Natale era l'unico con gli stickers lo abbiamo preso  e così alcune palline sono finite appese sopra al fasciatoio.


Abbiamo superato anche il primo ricovero ospedaliero per colpa del Rotavirus.
Siamo stati ricoverati sei giorni e abbiamo perso sessant'anni di vita,  diversi kg e molte ore di sonno  per non parlare delle secchiate di vomito che abbiamo prodotto, scusate lo schifo.
Cmq e' passato.



L'altra novità e' che jaio ha iniziato a interessarsi ai cartoni, essendo la televisione una dei pochi blandi sedativi alla brama di distruzione del nano io e mio marito abbiamo presto abbandonato, come scrissi a suo tempo, ogni velleità pedagogica di proibirla.
Naturalmente ha le sue preferenze, 
con sommo orgoglio di suo padre snobba Peppa Pig, il cartone eh perché tutto quello che riguarda il merchandising (giochi, abbigliamento, libricini) gli piacciono un sacco, tanto che quest'anno per carnevale abbiamo optato per il vestitino di George.




Al momento ci piace solo Masha e Orso certo, aspettiamo con ansia i 90 minuti di 
pace  che solo un DVD e' in grado di regalare ma secondo Roby mancano ancora alcuni mesi.

Che poi davanti alla televisione lo lascio poco più di mezz'ora al giorno, il tempo di stendere una lavatrice, di preparare da mangiare, di fare i letti e svuotare una lavostiviglie, per fortuna l'aspirapolvere la passa lui.

E comunque ci tengo alla conoscenza plurisensoriale di mio figlio infatti accetto di buon grado  lo "sporco creativo".
Qui si travasa e manipola di tutto: farina gialla, noci, colore.
A mio  marito invece spunta l'orticaria alla sola parola colori a tempera.
"Amore ma sei sicura che sia indispensabile per farlo diventare un secchia??"




Ero convinta che le cotterelle  iniziassero un po' più tardi.
Jaio sta sperimentando già l’amicizia con gli altri bambini ed incominciando a frequentare i giardinetti ho iniziato ad assistere ad un approccio maldestro ma evidentemente efficace, goffo ma veramente buffo nei confronti di alcune bambine più grandi.
Jaio attaccato come una cozza alle sottane delle bimbe, jaio ammiccante che improvvisa improbabili passi di salsa ma soprattutto che mi guarda fisso e dice chiaramente : "mamma via".
19 mesi, praticamente  20.
Molto bene.